martedì 22 dicembre 2009

L'urlo di Trunzo, terrorizza la piana laivesotta

(nella foto sopra, un balordissimo Sanpernici, alias Bandito nr.11, alle prese con la consegna dei regali ... o forse con il furto dei regali!!!)

Eccoci qui per una serata in compagnia di sano futsal e l'immancabile birroccia…..e la partita in questione amisci ascoltatori è la succulenta Laives vs Bubi. Le due squadre presentano delle mancanze importanti, in casa laivesotta mancano Ghiotti per cena a Gardaland con Prezzemolo, lo "zio" Peron per una litrata di "squaqquera" dell'ultimo momento e "Cino" Marino per una ricostruzione del ginocchio in fibra di ottone levigato a mano. Nelle file bubesche mancano Facchini e Benazzi per un doppio tennistico contro Baldi e Boccelli…finito con la vittoria al tie break per i secondi grazie agli acuti dei loro cani!! Il duo arbitrale, che per l'occasione si veste color Titti (non del gatto Silvestro, ma del Gatto e la Volpe!!) fischia in perfetto orario. Si parte subito scoppiettanti, al minuto 1 con una conclusione si Stefano Trunzo che scalda i guantini in ceramica di "Briga" Righetto. I laivesotti non stanno a guardare e rispondono subito con "merlo" Merler seguito a ruota da San-Pernici entrambe le conclusioni fuori di poco. Al 6.sto minuto si fa vivo dalle parti del "Mostro" Tabiadon il giovane "Granchietto" Bentivogli che con un bel tiro ad incrociare viene controllato dell'estremo ospite. Al 9.no minuto il Bubi punge. I fratelli Trunzo duettano sulla fascia e Stefano (il più forte e bello dei due) calcia un mancino velenoso che infila sul secondo palo Righetto. 0-1 Bubi. I meranesi continuano a macinare gioco e concretizzano un angolo segnando lo 0 a 2 con Lezzi. Nell'occasione dormita con tanto di "bavetta" della retroguardia laivesotta! Il padroni di casa provano a reagire con "nano" Veronese, che per l'occasione ha la voce più roca del normale, ma calcia debolmente e Tabiadon para senza problemi. Il Bubi è come un fiume in piena e dopo una ripartenza fulminea di Stefano Trunzo, inventa il terzo goal. Amici, un goal stratosferico! Ecco a voi la diapositiva…Stefano danza palla al piede e con una "Veronica" o forse una "Carla" si libera di due giocatori e beffa Righetto con un tocco vellutato sotto le gambette! Che goal ragazzi! E che giocatore! Il Laives sembra cotto, ma riprende forza al 29.simo con Merler che insacca di giustezza. 1 a 3. E si va negli spogliatoi. Dopo due sorsate di latte di suocera si rientra in campo freschi come una donnola in calore. Il secondo tempo riparte subito con la "gru coronata" Vedovelli che cerca il goal dell'ex, ma Righetto fa buona guardia come i bodyguards di Berlusconi. Al 2.condo minuto Mario Trunzo calcia una minella al volo colpendo il palo...Righetto ringrazia limonando l'amico inseparabile della U rovesciata. Risultato un sapore ferroso che lo accompagnerà per il resto della serata! Da qui in avanti crescono i laivesotti. All' 11.esimo "Franz" Catanzaritti calcia da buona posizione facendo barba e capelli al palo, mentre al 15.esimo e 16.esimo tocca a "Stebo" Casarin tentare di scardinare la porta dei bubini, ma Tabiadon è sempre molto attento. 1 minuto dopo "Nano" Veronese scappa al suo marcatore grazie anche ad una loffa mostruosa e calcia fuori di un pelo di gnu della val di cembra. Il Laives sembra rinato ma i suoi tentativi non riescono a concretizzarsi, allora il Bubi risponde con "pien de tuffi" Vedovelli che parte palla al piede dalla sue metà campo, prova uno slalom "ubriacante" …. anche per lui, visto che al momento del tiro sbaglia mira colpendo il palo dei laivesotti! I padroni di casa ci credono e continuano a macinare gioco seppur concludendo in modo sterile come un gatto appena uscito da Gallmetzer, noto veterinario del capoluogo altoatesino. Al 24.esimo il Laives usufruisce del sesto fallo. Si incarica della battuta "stebo" Casaril, che, prendendo la rincorsa dagli spogliatoi del palasport calcia a lato. Al 26.esimo ennesima espulsione per i padroni di casa, fallo di Merler e l'arbitro estrae, non si capisce da dove, il secondo cartellino giallo per il "trentino" laivesotto. Il Bubi inizia a girare la biglia cercando di usufruire dell'uomo in più. Ci prova con "Vedovazzingher" che calcia una "sarda in saor" che spizzica l'incrocio dei pali. Poi è il turno di Lezzi ma Righetto respinge d'istin-CO. Si entra negli ultimi due minuti di gioco e le squadre tornano al completo. Con la forza del cuore, "Capitan" Catanzaritti prova a scuotere i suoi scaricando l'ultima bombarda…forte ma centrale e facile preda per Tabiadon. Finisce qui. 1 a 3 Bubi. Partita bella da vedere con tante occasioni per parte. Il Laives poco incisivo e sbadato in fase difensiva subisce i ragazzi meranesi. Il Bubi con corsa e fiato in più rispetto ai padroni di casa, ma soprattutto un Stefano Trunzo INCONTENIBILE! Un giocatore che merita sicuramente un salto di categoria.
Salumi babbo nataleschi a tutti. Bandito nr.11

Nessun commento: