giovedì 14 gennaio 2010

L'ombra della Cripta invade anche la Golden Cup made in Bronzolo!!!

(nella foto sopra, lo spirito di gruppo senza eguali della Cripta ... the Show is now!!!)

Rah-rah-ah-ah-ah! Roma-ro-mah-mah! GaGa-oo-la-la! Want your bad romance…non poteva che iniziare sulle note di Lady GaGa (colonna sonora ufficiale di noi detentori di maleodoranti guanti usurati, ndr) il racconto delle due giorni "criptica" nel torneo della "Coppa D'Oro" (certo che a dirlo cosi, molti di Voi si aspetteranno almeno Frodo e Bilbo Baggins a premiare i vincitori provenienti dalla Terra di Mezzo, ndr). Ci tengo a precisare una cosa…questo non è il racconto ufficiale del torneo, è il racconto dei match luppoliani, e non è poco, credetemi.Eccoci pronti, freschi come le rose dopo essere state tre anni in uno stanzino buio, mercoledì 6 gennaio (giorno della befana con autoreggenti e tacco 12cm., ndr) per il girone di qualificazione…primo avversario cascato sulla ruota di Bronzolo, sono i Bad Boys…Cattivi Ragazzi??? Onestamente non so se il pubblico avrà dato attenzione a questi "cattivi ragazzi", dato che l'entrata in campo dei "criptici" ha segnato uno squarcio indelebile nel mondo dei tornei mondiali (casso come sono umile, ndr)…al momento del saluto al pubblico dinnanzi dell'arbitressa Petra (mai un fallo a favore…fischiato, cosa credevate???, ndr), i luppoliani si sono presentati tutti armati di felpa nuova fiammante (ovviamente battente bandiera "Cripta del Luppolo", ndr) con cappuccio alzato, e l'applauso è stato fatto verso il muro con schiena alle tribune…ESAGERATO…pelle d'Otranto per tutti, credo che al cospetto di cosi tanto palco si sarebbe commossa anche Rita Levi Montalcini. Dopo tutto questo show le ostilità possono decollare…avversari subito in vantaggio sugli sviluppi di una punizione, nata per una presa di "belli ca-" Pelli di alcuni km fuori dall'area …1 a 0…ma non demordiamo, anzi, diventiamo tonici come la pelle dopo un trattamento prolungato con Oli of Olaz e raggiungiamo il pari grazie a "Scuby" Scudier che con una botta degna del capodanno napoletano, fa saltare il banco e tutti i filistei, 1 a 1. L'entusiasmo dura poco, perché gli avversari raddoppiano su azione confusa quanto la mia cantina dopo il recupero degli addobbi di natale lapponi…ma siamo tosti e incassati, e ancora Scudier con una sciabolata figlia di "Alì Babà e i 40 ladroni" piega le mani al portiere e incastona la gemma del 2 a 2, che sarà il risultato finale nonostante un palo clamoroso preso dal "Mostro" Tabiadon su diagonale impossibile, ma cosi impossibile che lo stesso Tom Cruise si sarebbe rifiutato di scagliare.Il secondo match ci vede opposti ai "Non ti Konosko", ma onestamente noi loro li conosciamo quasi tutti…"Fungo" Scanferla, "Jack, braghetta alta" Pasquazzi, "Età non ti Konosko" Bertinazzo, "Ralf supermaxieroe" Dorigoni …insomma, una filiale Bronzolotta…la partita non è bella, ma è combattuta come un match di calcio fiorentino…le occasioni si contano sulle dita della mano di Bart Simpson (che come sappiamo non ha cinque dita, ndr) e a portarla a casa sono gli avversari con un goal "fetido" allo scadere…quindi sconfitta per 1 a 0. Il terzo match, quello decisivo per la qualificazione ci vedeva opposti al "New Bar Campo", cioè il Pool Bz di Serie C!!! La partita appariva ancora più proibitiva, perché in rosa luppoliana si registravano gli infortunii di "Sylar" Culpo (colpito duro alla caviglia da un piccione viaggiatore che stava scappando dalla "squadriglia avvoltoi", ndr), "Doraemon" Pergher (investito da un Tir nella zona di centrocampo, e rimosso dal terreno di gioco solo grazie all'intervento di un maestro pasticcere che sa lavorare bene la pasta sfoglia, ndr) e "SpiderMan" Gianordoli (travolto in uno scontro aereo, e caduto dall'ottavo piano del grattacielo Pirelli di Bronzolo, ndr). L'incontro partiva subito male…anzi, direi malissimo, con gli avversari che ci piazzavano un 1-2 tremendo in mezzo agli occhi, ma ci vuole ben altro per abbattere le mura di cinta della Cripta…il "Bandito" Neffo, utilizzando la sua "alitosi spongiforme" soffia a Marchi la palla e presentatosi d'innanzi a Degan non gli da scampo ne via d'uscita, gettandolo in una valle di lacrime senza fine…risultato accorciato, 2 a 1, e festeggiamenti degni del carnevale di Rio. Polinetti & C., alzano il ritmo e mettono a segno il terzo pesos su azione insistita, ma la Cripta è come Lazzaro, si rialza e cammina anche senza bastone…diagonale tutto cuore del "Mostro" Tabiadon e palla che si colloca li dove la marmellata non è mai arrivata, 3 a 2. Ora i giovani hanno paura dei luppoliani, e soprattutto Zubba da sintomi di cedimento psicologico di fronte alla mareggiata dei pien de guanti (per qualche istante sono arrivati sul terreno di gioco alcuni psicologi dell'FBI per dargli sostegno mentale, ndr)…solo la provvidenza li salva dal 3 a 3, perché la rasoiata meravigliosa di "Mighty" Marinelli si ferma a limonare col palo interno e dopo aver fatto petting con la linea di porta esce mestamente. Qui terminano le speranze del luppolo, perché la fatica si farà sentire e Marchi scaverà il solco per il 5 a 2 finale, che ci destinava mestamente al girone della Silver Cup (la coppa da oro, diventava de argento…sigh, ndr). Eccoci quindi a domenica 10, per capire veramente se la Cripta è solo chiacchere o è anche stinco arrostito (vecchio detto vichingo, ndr)…nella mini palestra di Bronzolo, si riaffacciano dei volti noti…forza della natura "Milhouse" Perottoni e "Briga" Righetto, ma l'avversario sulla carta è proibitivo…stiamo parlando del Caffè Mario, vincitore dell'edizione scorsa…orrore…"Divento" Mato Kramer, "Pippo" Akkari, "Bicentenario" Ruocco, Santacroce, il Pedullà "Omar"…insomma, sulla carta siamo spacciati, ma lasciamo che ha parlare sia il campo, anche perché mi dicono che è logorroico!!! Come molti sospettavano a passare in vantaggio sono gli uomini fermi al bancone da Mario, ma la Cripta quest'oggi sembra fatta di amianto…più che una rosa, sembriamo degli X-Men…una colossale dormita di Kramer, regala il pari ad un sontuoso Gianordoli, con rete che si gonfia come la radice del dente del giudizio dopo l'estrazione, 1 a 1. La corsa forsennata di "bicentenario" Ruocco, trascina i suoi al nuovo vantaggio, ma oggi Gianordoli ha una marcia in più, e con un piattone che farebbe invidia anche a Bigazzi e alla sua prova del cuoco, insacca la sua seconda rete personale…gioia incontenibile per lui, sedata solo da alcune cariche della polizia che prendeva servizio al G8…desfo totale, 2 a 2. A 45 secondi dalla fine del match succede l'impossibile…"abbandonate ogni speranza" Pelli, effettua un lancio millimetrico, lontano parente dei mirini laser di produzione afgana…testa lucente di Perettoni, e palla che s'insacca imparabilmente alle spalle di "Schumacher" Lucchi…a questo punto scatta il delirio con gente che scala le pareti della palestra a mani nude e con alcuni che s'improvvisano novelli Mandrake facendo lievitare le spagliere … 3 a 2. Ma come in tutte le belle fiabe di oggi, non c'è il lieto fino…è si, perché a 25 secondi dal termine, subiamo il pareggio in CONTROPIEDE!!! Avete sentito bene, in CONTROPIEDE con scarico sul secondo palo, 3 a 3, e via alla roulette dei rigori!!! I designati sono: -Marinelli, -Neffo e Perottoni, contro -Kraemer, -Akkari e Santacroce…suspance…l'errore decisivo lo effettua Marinelli e usciamo dal torneo, ma non importa perché la Cripta sta dimostrando in ogni torneo sempre più che è gruppo, che è squadra, che è allegria, che è attaccamento alla maglia…ma soprattutto che alla base del progetto c'è sincera amicizia!!! Come avevamo iniziato??? A si, con Lady GaGa, allora bisogna finire con lei, e questa è la parte del testo che ci piace di più…Walk-walk fashion baby, Work it, Move that bitch crazy… Walk-walk fashion baby, Work it, Move that bitch crazy…

Salumi luppoliani, Bandito nr.13!!!

1 commento:

Scuby73 ha detto...

Bandito, sono commosso dalla tua narrazione. Da come hai descritto le partite della CdL mi sono sentito onorato di fare parte de sto squadron. W la figa e la CdL