mercoledì 1 aprile 2009

Laives vs Bubi 3 a 3

(nella foto sopra, ... la persona raffigurata qua sopra non ha bisogno di presentazini ... comunuque ... siori e seore "Spiderman" Catanzariti!!!)

10.a di ritorno decisamante insolita e spostata tra martedi e mercoledi ... perchè vi chiederete voi ... perchè viene lasciato il giusto spazio ai "banditi" in erba, che hanno voglia di sventolare la bandiera del Trentino-AltoAdige in Abruzzo (in bocca al lupo al "Cico" Righi e ai suoi boys!!! Colgo l'occasione per salutare anche il grandissimo Luciano Faustin che accompagnera l'allegra comitiva!!!, ndr). L'inusuale giornata ci mette in tavola un succulentissimo antipasto marchiato martedi, Laives vs Bubi ... e secondo voi me lo potevo perdere??? Le tribune laivesotte pullulano di addetti ai lavori ... "Delicatessen" Dorigatti, "Gabibbo" Esposti, "Mostro" Tabiadon, il "Ciurcio" arrivato direttamente da Montegranaro con posta prioritaria, Mr. Sanin (e chi ho dimenticato non se incazzi ... sono miope come un tafano post sbronza!!!, ndr) ... tutti vogliosi di assistere a un super match ... e dopo esattamente 10" il risultato potrebbe già sbloccarsi ... "Jamaica Warrior" Gniewecki, nell'inusuale veste di pivot, intercetta un pallone nella 3/4 del Laives e si getta a grandi falcate verso Rossi ... dal duello rusticano che ne scaturisce, esce vincitore "Red" che mette in angolo e può lucidarsi in tutta tranquillita la baionetta. Sembra l'appendice di un match senza tregua, ma la partita diventa tattica ... almeno fino al 7', quando uno stupefacente lancio dalle retrovie di Corradini viene girato di prima intenzione da "playmobil" Peron (al volo e in mezza girata ... roba da leccarse il piatto!!!, ndr) ... ne viene fuori un "mega" tirasso che si stampa sul palo, come un francobollo alle poste ... sulla ribattutta si avventa Varesco, altra sassata ed altro palo ... due legni e zero fustini di Dixan in cambio!!! La locomotiva Laives comincia a carburare e le occasioni fioccano come la neve a Corvara ... prima Micheletti con l'aiuto supremo (ma soprattutto di Trunzo Senior, ndr) della provvidenza neutralizza un bolide di Varesco (8', ndr) e poi "il cino" Marino centra il montante della porta "bubeggiante" con una rasoiata degna della catena di montaggio Gillette (11', ndr). Le azioni più pericolose del "clan" Calovi, vengono architettate da "esperienza sopraffina" Facchini, sgusciante come un'anguilla che vuole scappatere dal ristorante "Dar Poeta" di Trastevere ... spumegginte la sua azione al 14', con immediato scarico sul secondo palo ... Bonfiglio ci arriva, ma la mira è degna di un'etilometro a 2,5!!! A metà frazione va in scena lo scontro Micheletti vs Crepaldi ... ne esce vincitore il primo, che nel giro di 3 minuti fa indossare la "museruola" al funambolo battente bandiera Laives in almeno tre occasioni limpidissime (15'-17', ndr). A parte un lampo di "Benzema" DiMauro (vecchio, avvisami quando cambi capigliatura cosi drasticamente, non ti riconoscevo!!! Spettaculo!!, ndr) che si spegne di poco sul fondo (18', ndr), il campo è tutto marchiato Gentilini's Band ... prima Peron spara altissimo solo soletto, in versione "novello" Robinson Crusoe (21', ndr) e poi Veronese si lascia intimidere dall'uscita a valanga del "caschetto biondo" Micheletti (23', ndr) ... tutti a questo punto si aspettano il goal dei padroni di casa, e invece ... a 7 metri dalla porta, Carolo vince un contrasto con Marino (nell'accasione fiappo come un orsetto gommoso della Haribo, ndr) ... destro secco, senza pensarghe troppo e palla che s'isacca alle spalle di Rossi (27', ndr) ... 0 a 1. Prima che l'arbitro faccia sibilare il fischietto, c'è ancora un'occasione marchiata Bubi ... punizione "demoniaca" di Carolo dai 10 metri ... Rossi si supera con una parata a mano aperta degna del catcher dei New York Yankees ... fine frazione, 0 a 1. La seconda frazione "s'incanala" prepotentemente nel torrente gestito dal Bubi ... "Red" deve fare gli straordinari per dire di no a Carolo e Facchini (2' e 3', ndr) ma soprattutto deve invocare le cinque forze della natura per neutralizzare un "mostro" partito dal piedone del "rasta" giallorosso (4', ndr)!!! Le urla di "Barele" Gentili si propagano per la palestra come frustate del Krampus più malfamato, e i suoi immagazzinano immediatamente il messaggio ... prima l'accoppiata Peron & Varesco accarezza l'idea del pareggio in due occasioni (7' e 9', ndr), poi è il "nano" Veronese a colpire fiaccamente al centro dell'area su imbeccata d'angolo (Micheletti attento, ndr) ... infine il meritatissimo pareggio ... imperiosa azione in banda destra con scarico di puntazza al centro dell'area ... nel tragitto che la sfera decide di percorrere viene posizionato dalle forze ultraterrene DiMauro, contatto inevitabile e palla che s'insacca per il più classico degli autogoal ... 1 a 1. La partita improvvisamente s'infiamma ed è "vittima" di continui e repentini cambi di fronte, quasi da perderghe gli oci ... l'unica cosa che non ci convince è il metro di giudizio tenuto dagli arbitri (i falli dubbi vengono fischiati, quelli netti no ... boh ... non ci capivo niente, ndr) ... registriamo comunque un "moster" Micheletti che in uscita le ha prese tutte e contro tutti (gli sono arrivati in contro in successione, Veronese al 12', Varesco al 19' e Crepaldi al 20', ndr), mentre sull'altro fronte le occasioni migliori capitano a Bonfiglio, che o spara fuori (16', ndr) o manca l'appuntamento con la sfera sul secondo palo (18', ndr). Avete presente quando piove che si respira "profumo di pioggia"??? Beh, in palestra si respirava aria di goal, e di fatti al 22' arriva ... "zanzarissima" Trunzo ferma un contropiede sul cerchio di metà campo, scarico immediato per "fashion style" Carolo che gira a sua volta per "Ibra" DiMauro ... tocco felpato sul secondo palo, e per Facchini è uno scherzo incenerire Rossi, 1 a 2. La gioia meranese dura poco, perchè un minuto dopo il Laives pareggia ... punizione spostata sulla destra a otto metri, Peron s'incarica del tiro e fa partire una minella centralissima senza tantissime pretese, ma mai dire mai ... di fatti Micheletti esce male e la sfera mentre gli passa a fianco, lo saluta mentre s'insacca docilmente, 2 a 2. A questo punto il match diventa battaglia, e nella battaglia solitamente emerge l'esperienza e la voglia innata di non darsi mai per vinti ... di fatti la collaudatissima coppia Catanzariti & Corradini confeziona il goal del vantaggio ... "ira di dio" Franz (partita stratosferica per lui ... giù il cappello ... giù il turbante ... giù il parrucchino ... insomma giù tutto!!!, ndr) squarcia la fascia destra meranese e arrivato in prossimita della linea di fondo scarica in area, li appostato in beata solitudine c'è "vigilantes" Corra che insacca (26', ndr), 3 a 2!!! Manca poco, e il Bubi sa che ha ancora qualche "dublone" da giocarsi, ma il fiato è corto e il Laives chiude a meraviglia ... anzi gli uomini della presidentessa Cecarelli, avrebbero l'opportunita con Varesco di chiudere il match, ma il giovane ex Cornacci cicca incredibilmente da pochi passi una palla che sembrava battezzata in rete. Arriviamo così al minuto 33', il match ormai è finito ma il "mastodontico" DiMauro (gran, gran, prova per il roboante under giallo rosso, ndr) si guadagna una punizione dai nove metri ... Carolo spara una bomba nel mezzo e incredibilmente centra lo "stinco con patate" di Marino ... ne viene fuori una parabola degna di Disneyland, con la sfera che si accomoda docilmente in rete ... 3 a 3. Il Laives non ci sta, sa che non esiste altro risultato alla vittoria per continuare a credere nella promozione, e Veronese si guadagna immediatamente un quanomeno discutibilissimo fallo (nell'occasione capitan Facchin si prende il rosso diretto per proteste ... probabilmente voleva far capire all'arbitro che non si possono mischiare insieme fasoi e ceci quando si fa bollire la zuppa del casale, ndr) ... è il 6°, è il 34' e quindi tutti in lunetta ... l'arbitro aveva dato tre minuti di recupero ... Crepaldi s'incarica della battuta ... tiro secco ma centrale come il Colosseo a Roma, Micheletti para ma respinge direttamente sui piedi di Veronese ... tiro e goal proprio sul fischio dell'arbitro ... marcatura che non viene messa a referto, e via con la bagarre!!! Lascio a voi ogni commento sul fatto in se ... posso solo dire che io una cosa così non l'ho mai vista!!!
Salumi a tutti, belli e brutti!!

1 commento:

Omar ha detto...

Tutto dipende da cosa ha detto l'arbitro prima del tiro libero, perchè a tempo scaduto potrebbe aver detto che in qualunque caso (gol, tiro fuori, parata) la partita sarebbe finita lì.